New York – Day 1 (it-en)

(SCROLL DOWN FOR ENGLISH VERSION)

Eccoci Finalmenteee,

siamo arrivati nella grande mela verso le 22:00 stanchissimi ma eccitati come un bambino in un negozio di giocattoli.

L’hotel che ho prentotato https://www.citizenm.com/destinations/new-york/new-york-times-square-hotel ha soddisfatto appieno le mie aspettative, check in tutto automatico non ha preso più di un minuto e il letto appoggiato sulla finestra da una visuale sui grattacieli circostanti con una vista mozzafiato.

Avendo l’hotel vicino a Time Square un giretto a vedere questa piazza e un pasto veloce a Mac Donald’s prima di andare a dormire sono d’obbligo.

E’ quasi mezzanotte per cui doccia e dritti a letto per una bella dormita prima di avventurarci per le strade di Manhattan.

GIORNO 1: NATURAL HISTORY MUSEUM – CENTRAL PARK – 5TH AVENUE – TOP OF THE ROCK – GRAND CENTRAL – BRYANT PARK

Mattina sveglia alle 9:00 con calma, colazione in uno dei mille caffè che si trovano in giro per Manhattan (gli hotel offrono colazioni fuori dal prezzo del pernottamento a prezzi molto alti, più di 20.00$ a persona, e quindi non vale la pena, vista la vastissima offerta di caffè in giro per la città dove potete fare colazione per molti dollari in meno), scarpe comode e si parte.

Questa mattina piove e quindi abbiamo deciso di partire con un museo nella speranza che, finita la visita, il tempo sia tornato a sorriderci; ci dirigiamo quindi in metrò verso American Museum of Natural History situato sulla destra di Central park.

Ah dimenticavo, per il metrò vi consiglio alle macchine automatiche di fare una Metro Card ricaricabile, pagamento all’automatico sia con carta di credito che con Bancomat, oppure in contanti, la comodità che la tariffa va a scalare e potete ricaricare la carta quando arriva a zero, le ricariche sono da 5.00$ – 10,00$ – 50,00$.

Il Natural history museum è compreso nella New York city Pass (se la avete fatta prima di partire), la facciata esterna la riconoscerete subito se avete visto il film Una notte al Museo. Il museo merita una visita veloce di un paio di ore al massimo a mio avviso, in quanto, se siete venuti a Manhattan non è di certo per vedere un museo di Scienze.

Usciti dal museo ha smesso di piovere e quindi ci addentriamo in Central Park attraversandolo in diagonale fino alla 5th avenue. Nel parco vi perderete a dare da mangiare agli ormai abituatissimi scoiattoli, ma potete fare anche incontri di orsetti lavatori; da vedere nel parco la statua di Balto, fare una foto dal Gapstow Bridge e subito alle sue spalle vicino c’è una roccia da cui fotografare i grattacieli che si affacciano sul parco, come ad es. l’hotel Astoria di Mamma ho perso l’Aereo.

Continuiamo a piedi sulla 5th Avenue ma all’incrocio con la 57th ci viene fame, d’altronde tra una cosa e l’altra sono le 14:00, ci togliamo quindi dall’affollatissima 5th Avenue, e risaliamo la 57ima strada verso la 6th Av. dove entriamo per caso da Mangia, un locale molto carino che offre ottimi panini o insalatone; mi è piaciuto molto e lo consiglio vivamente se siete in zona. https://mangia.nyc/locations/mangia-57th-st/

Finito il pranzo / merenda vista l’ora, risaliamo lungo la 5th avenue, e ovviamente non riusciamo a non entrare in negozi tipo Abercrombie o Uniqlo a dare un occhiata e a comperare qualche maglietta.

Risalendo sulla 5th arriviamo presto a Rockfeller Plaza, dove ancora in aprile c’è la famosa pista di pattinaggio, e siccome è uscito il sole e il cielo è limpido, decidiamo subito di usare il nostro City Pass per salire sul Top of the Rock e vedere la città dall’alto.

Il Top of the Rock vi offre una delle viste più belle su tutta Manhattan, e da qui potete vedere dall’alto il famoso Empire State Building. Con il city pass dovete comunque recarvi in biglietteria, e potete scegliere anche l’ora in cui salire, attenzione, potreste non poter salire immediatamente ma il vostro biglietto sarà valido per salire ad un determinato orario, noi, ad esempio, abbiamo fatto il biglietto alle 16:00 ma potevamo salire alle 17:15; trovo comunque che questo sistema sia ottimo perchè ti evita di fare file chilometriche buttando via tempo prezioso, arrivi all’orario indicato e sali.

La vista su Manhattan da qua è mozzafiato e ovviamente smartphone alla mano partono decine e decine di foto 😋

Dopo la discesa dal Rockfeller ci incamminiamo di nuovo verso Grand Central Station, questa stazione merita una visita ma soprattutto merita di fermarsi sotto le volte di fronte all’Oyster Bar (ci arrivate dal salone principale). La curiosità qui è che se siete in due e vi mettete in diagonale uno da una parte della volta e uno dall’altra e vi parlate sottovoce, la voce raggiungerà il vostro amico dall’altra parte della volta come se fosse li vicino a voi.

Usciamo dalla Grand Central che il sole è tramontato e le luci iniziano ad illuminare Manhattan, da qui bellissima vista sul Chrysler Building, altro simbolo di New York, e arrivando fino a fine della via direzione East Side, si può vedere il palazzo dell’ONU.

Tornando verso l’albergo per una doccia facciamo un salto a Bryant Park, arrivando dalla 5th Avenue si trova proprio alle spalle della Biblioteca Pubblica. Bryant Park è tra i miei preferiti a New York: questo piccolo parco con tavolini e sedie dove i newyorkesi si ritovano per una partita a scacchi o a ping pong. Ci sediamo un attimo a rimirare lo skyline che circonda il parco, e per riposare i piedi e ci dirigiamo in Hotel per una doccia prima di uscire a Cena, ma passando da Magnolia Bakery un ottima pasticceria dove acquistiamo due red velvet cup cake (che buoooni). https://www.magnoliabakery.com/

In totale il giro ci ha fatto fare 17,7 Km a piedi, pari a 28.481 passi, siamo così stanchi che per cena scegliamo un pub sotto l’hotel, dove oltre a mangiare benissimo siamo allietati da musica dal vivo.

E’ ormai mezzanotte e gli occhi si chiudono da soli, quindi andiamo a fare una bella dormita prima di rimetterci in marcia

Buonanotte :O)

Seguimi su instagram per vedere tutte le foto: https://www.instagram.com/robertochiettini/

NEW YORK  Day 1

Here we are Finally,

we arrived in the Big Apple around 10:00 PM tired but excited as a child in a toy store.

The hotel I booked  https://www.citizenm.com/destinations/new-york/new-york-times-square-hotel , fully met my expectations, check in ia everything in automatic did not take more than a minute, and the bed resting on the window gives a view of the surrounding skyscrapers with a breathtaking view.

Having the hotel near Time Square a stroll to see it and a quick meal in Mac Donald’s before going to sleep is a must.

It’s almost midnight,  shower and straight to bed for a good sleep before venturing into the streets of Manhattan.

DAY 1: NATURAL HISTORY MUSEUM – CENTRAL PARK – 5TH AVENUE – TOP OF THE ROCK – GRAND CENTRAL – BRYANT PARK

Morning wake up at 9:00, breakfast in one of the thousand cafes in Manhattan (hotels offer breakfasts off the price of accommodation at very high prices, more than $ 20.00 per person, and therefore not worth it , given the vast range of coffee around the city where you can have breakfast for many dollars less), comfortable shoes and leave.

This morning it rains , we decided so, to start with a museum in the hope that, after the visit, weather condition is back to smile at us;  we head into the subway towards the American Museum of Natural History located on the right of Central park.

The Natural history museum is included in the New York city Pass (if you have done it before your departure), you will immediately recognize the external façade if you have seen the movie “Night at the museum”. The museum deserves a quick visit of a couple of hours at most in my opinion, because if you have come to Manhattan it is certainly not to see a science museum.

Leaving the museum stopped raining and then we enter Central Park crossing diagonally up to 5th avenue. In the park you will for sure stop to feed squirrels; to see in the park the statue of Balto, take a picture from the Gapstow Bridge and immediately behind him there is a rock from which to photograph the skyscrapers that overlook the park, such as. the hotel Astoria seen in the movie “Home Alone”.

We continue on 5th Avenue but at the intersection with the 57th we are hungry, :00, then we remove from the crowded 5th Avenue, and we go up the 57th street towards the 6th Av. Where we come by chance from Mangia, a very nice place that offers excellent sandwiches or salads; I loved it and highly recommend it if you are in the area https://mangia.nyc/locations/mangia-57th-st/ 

Going back to 5th Av. after lunch, we arrive at Rockfeller Plaza, where the famous ice rink is still open in April, and as the sun is out and the sky is clear, we immediately decide to use our City Pass to get on Top of the Rock and see the city from above.

The Top of the Rock offers you one of the most beautiful views across Manhattan, and from here you can see the famous Empire State Building from above. With the city pass you still have to go to the ticket office, and you can also choose the time to go up, be careful, you may not be able to go up immediately but your ticket will be valid to get up at a certain time, we, for example, made the ticket at 16:00 but we could go up at 17:15; I find, however, that this system is excellent because it prevents you from making kilometers in line by throwing away precious time; you arrive at the indicated time and go up.

The view on Manhattan from here is breathtaking and of course smartphones in hand and took  dozens of photos 😋

After  the Rockfeller we set off again towards Grand Central Station, this station is worth a visit but especially deserves to stop under the vaults in front of the Oyster Bar (you get there from the main hall). The curiosity here is that if you are two and you are diagonally one side of the vault and one of the other and you speak in a low voice, the voice will reach your friend on the other side of the vault as if it were close to you.

We leave the Grand Central that the lights begin to light up Manhattan, from here a beautiful view of the Chrysler Building, another symbol of New York, and arriving until the end of the street East Side, you can see the UN building .

Returning to the hotel for a shower, we take a leap to Bryant Park, arriving from 5th Avenue is located just behind the Public Library. Bryant Park is one of my favorites in New York: this small park with tables and chairs where New Yorkers meet for a chess game or table tennis. We sit down for a moment to gaze at the skyline that surrounds the park, and to rest our feet fefore heading to the hotel for a shower before going out to dinner, but passing by Magnolia Bakery an excellent pastry shop where we buy two red velvet cup cake (that buoooni ). https://www.magnoliabakery.com/

In total the tour made us walk 17.7 Km, equal to 28.481 steps; we are so tired that for dinner we choose a pub under the hotel, where in addition to eating well we are cheered by live music.

It is now midnight and the eyes close alone, so let’s have a good sleep before getting back on the march

Goodnight: O)

Follow me on instagram to see all the photos: https://www.instagram.com/robertochiettini/

#travel
Annunci

Un commento Aggiungi il tuo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...