Monte di Mezzocorona: A “Stairway to Heaven” ?

vista

(scroll down for the English version)

Venerdì sera, sono appena rientrato a casa dopo una giornata in ufficio quando squilla il telefono: è papà che mi chiede se mi va l’indomani mattina di andare con i cani a piedi sul Monte di Mezzocorona; è sabato, potrei dormire di più, ma mi faccio coraggio e accetto l’invito.

Mezzocorona (TN), è il mio paese natale, e il sentiero che porta al Monte di Mezzocorona so già essere molto ripido e faticoso.

Sabato mattina preparo lo zaino, Mya (il mio Jack Russel) e raggiungo in macchina il parcheggio da dove parte la Funivia per il Monte di Mezzocorona: è si, avete sentito bene, c’è anche una funivia che arriva fino in Cima per i più sfaticati. Qui ad aspettarci ci sono mio papà e Spike, il suo cane.

Il sentiero parte subito in salita, primo pezzo asfaltato verso la grotta della Madonna, e al primo pezzettino in piano, sulla sinistra, inizia il sentiero nel bosco.

La partenza è tosta, diciamo che la prima metà del percorso serve a fare fiato e gambe; sto invidiando i nostri amici pelosi per avere 4 zampe motrici.

Mentre cammino, già in affanno per la pendenza, canticchio mentalmente la canzone Stairway to Heaven dei Led Zeppelin ed inizio a percepire la salita al monte veramente come una scala per il Paradiso; stairway perché il sentiero è per lo più fatto di gradoni naturali di roccia e terra in mezzo al bosco e sembra quindi una scalinata. “to heaven” invece per svariati motivi:

il primo è perché a metà percorso, se non siete allenati come nel mio caso, potreste cominciare a vedere la Madonna, gli Angeli, e i Santi tutti che vi attendono in paradiso, ma, non temete, non è ancora giunta la Vostra ora, succede solo perché siete a fiato corto e state iperventilando. In tal caso vi consiglio di fare una pausa, prendere la borraccia piena d’acqua che vi siete portati prontamente nello zaino e fare due belle sorsate e tre respiri profondi.

Scherzi a parte il sentiero è bello ripido ed io vengo superato da gente molto più anziana (ma più allenata) di me, ma io, me la prendo con calma, non devo mica battere qualche record per arrivare in cima; il sentiero è si ripido, ma molto bello soprattutto in questa stagione in cui la natura si è appena risvegliata dopo il lungo inverno. La vista sulla valle dell’Adige, poi, man mano che si sale è molto suggestiva.

Arriviamo in cima, alla Croce e punto panoramico, e da li in piano si può raggiungere il secondo motivo per cui definisco questa salita una Stairway to Heaven: arrivati in Cima potrete godere di un ottimo ristoro all’Albergo ai Spiazzi, con una vista sulle cime del Brenta sullo sfondo, una birra fresca in una mano, e il menù per pranzare nell’altra: inutile dirlo il piatto tipico di questo posto è il tortello di patate accompagnato da formaggi e salumi locali e un buon bicchiere del vino locale, il Teroldego. Ecco qui quindi il mio paradiso: dopo una salita del genere non c’è nulla di meglio di una bella mangiata  e una bella bevuta, certo, avevamo appena smaltito due calorie che ne stiamo gia ingerendo mille, ma, chi se ne frega.

Scherzi a parte la passeggiata è molto bella, ideale con i vostri amici a 4 zampe liberi di scorrazzare su e giù per il sentiero, impegnativo sì, ma fino ad un certo punto; io ho un po’ ironizzato sul mio stato di bradipo, ma sottolineo che se ce l’ho fatta io in 1 ora e 5 minuti, ce la può fare chiunque, e poi lo sforzo con ricompensa finale sono una cosa di una soddisfazione incredibile;

Ricordo comunque che per i più furbi c’è la funivia che vi evita la “stairway” e vi porta direttamente in Heaven 😛

Info utili per Monte di Mezzocorona:

e voi che ne dite, possiamo chiamarla salita per il “paradiso”?


Friday evening, I just came home after a day at the office  when the phone rings: it’s my dad asking me if I want to go the morning after, with the dogs walking up to Mezzocorona’s mountain; it’s Saturday I could sleep more, but I give myself courage and accept the invitation. Mezzocorona, is my hometown I now live in Trento, and the path that leads to Monte di Mezzocorona can be very steep and tiring. Saturday morning I prepare the backpack, Mya (my Jack Russel) and drive to the parking lot of the cableway to the Monte di Mezzocorona: right you hear, there is also a cableway that goes up and down for more comfortable people! Here, my dad and Spike (his dog) are already waiting us.
The trail starts immediately in steep climb, the first part is asphalted going towards the holy Madonna’s cave, but at the first flat part on your left begins the real trail in the woods .

The start is tough, and here you need to have good breath and legs, so let’s face it all, I’m envious of our furry friends to have 4 driving paws. I compare the climb to the mountain like a stairway to heaven, because the path is mostly made of natural rock and earth steps in the middle of the woods, and therefore it seems like a stairway, “to heaven” for several reasons: the first one is because halfway through, if you are not well trained, as in my case, you could begin to see the Holy Madonna, the Angels, and the saints all, waiting for you in heaven, but do not worry, your turn has not come yet, is only because you are short of breath and hyperventilating; in this case I suggest you take a break, take the bottle of water that you have brought in your backpack and take two generous sips.

Seriously, the path is really steep, and I am surpassed by people much older (but more trained) than me, but I take it calmly, I do not have to beat a guinness’s records to get to the top; I said the path is steep, but very beautiful especially in springtime when nature has just awakened after a long winter. The view over the Adige valley, then, as you go up it is very suggestive.

We arrive at the top, at the panoramic point, and from there on a finally flat path you can reach the second reason why I define this climb a Stairway to Heaven: once you arrive you can enjoy an excellent refreshment at the Albergo ai Spiazzi, sitting in the terrace, with a panoramic view on the Brenta’s peak in the background, a cool beer in one hand, and the menu for lunch in the other: needless to say the typical dish of this place is the torta di patate accompanied by local cheeses, mixed cold cut and a good glass of local wine , the Teroldego.

Here, then, my paradise: after such a hard work to get on the top, there is nothing better than a nice meal, a good beer or glass of wine: certainly, we had just lost a couple of calories that we are already ingesting a thousand, but, who cares.

Seriously the walk is very beautiful, ideal with your 4-legged friends, surely demanding, but not that much; I have a bit ‘ironized on my state of sloth, but I would like to emphasize that if I did it in 1 hour and 5 minutes, everyone can do it.

I remind you also that for the “smartest” there is the cable car that avoids the “stairway” and takes you directly to Heaven: P

Useful information for Monte di Mezzocorona:

what do you think, we can call it “stairway to heaven”?

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. walker ha detto:

    un giro di link mi ha portato qui e ri-vedo con immenso piacere le foto del mezzocorona, salito eoni fa quando venivo piu’ spesso dalle tue parti. ciao

    Piace a 1 persona

    1. robyone ha detto:

      Felice ti abbia fatto piacere rivedere il Monte in foto 😀 saluti 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...